Cent’anni a Nordest. Strascichi della Grande guerra e storie estreme delle terre di confine

The Burning Cemetery

Cent’anni a Nordest si apre con «The Burning Cemetery», installazione antimilitarista ideata e realizzata da Alberto Peruffo a Bocchetta Paù, sull’altipiano di Asiago, il 7 agosto 2013. La foto di copertina, parte della serie «Silence / Shapes» di Filippo Minelli, è stata scelta per analogia col fumo rosso di Bocchetta Paù. La foto qui sopra è di Alessandro Pianalto. Clicca per vedere tutte le immagini della performance.

Domani, 4 giugno, arriva in libreria Cent’anni a Nordest. Viaggio tra i fantasmi della Guera granda (Rizzoli).

Si tratta di una nuova versione – riveduta, ampliata e integrata con «Titoli di coda» – del reportage apparso a puntate sul sito di Internazionale, nel marzo/aprile scorso.

Il testo è andato in tipografia alla vigilia delle ultime elezioni regionali. Tra le altre cose, può servire a capire cosa si muove in profondità nel mondo veneto, sotto la superficie, dietro le percentuali.

Ancora «The Burning Cemetery», foto di Alessandro Pianalto.

Ancora «The Burning Cemetery», foto di Alessandro Pianalto.

Cent’anni a Nordest riprende e allunga diversi fili già dipanati in Point Lenana, proseguendo quello che potrebbe dirsi un «Ciclo delle terre di confine», un’esplorazione di quelle borderland italiane dove si manifestano fenomeni che il resto d’Italia fatica a interpretare. Nella prossima puntata ci sposteremo da Nordest a Nordovest, con il libro sulla Val di Susa a cui WM1 lavora da alcuni anni. Titolo di lavoro: Lo spirito continua.

Cent’anni a Nordest è anche parte dell’insieme dei nostri libri dedicati a viandanze, alpinismi, paesaggi. Come Point Lenana, nasce anche dagli incroci dei percorsi di WM1 e WM2. E gli incroci proseguono, è naturale. Se in Point Lenana si raccontavano alcuni retroscena de Il sentiero degli dei, nel libro sulla Val di Susa ci saranno richiami al libro di WM2 sul “Sentiero luminoso Bologna – Milano” (ora in corso di stesura) e viceversa.

Alberto Peruffo in «The Burning Cemetery». Foto di Alessandro Colombara.

Alberto Peruffo in «The Burning Cemetery». Foto di Alessandro Colombara.

Cent’anni a Nordest parla del retaggio della Grande guerra in Veneto, Friuli, Venezia Giulia, Trentino e Alto Adige, ed è dunque legato al prossimo libro collettivo di Wu Ming, che racconterà anch’esso la prima guerra mondiale, guardandola dai lembi, da margini significativi.

Scarica questo articolo in formato ebook (ePub o Kindle)Scarica questo articolo in formato ebook (ePub o Kindle)

Altri testi che potrebbero interessarti:

2 commenti su “Cent’anni a Nordest. Strascichi della Grande guerra e storie estreme delle terre di confine

  1. […] In libreria dal 4 giugno 2015, la versione ampliata e aggiornata del reportage narrativo apparso in tre puntate su Internazionale. Citando l’articolo apparso su GIAP: […]

  2. […] del NordEst indipendentista per il leader russo, il primo spunto è sicuramente il bel libro “Cent’anni a Nordest” di Wu Ming […]

Leave a Reply