Marziani coMontisti. Essi vivono. Io vendo – di Luca (WM3)

[Riceviamo e in extremis pubblichiamo.]

Avviso ai naviganti. Post strano, ambiguo, controverso. Populista (aarrgh).
In verità si tratta di un’inserzione. Però è anche una dichiarazione elettorale, dunque politica.
Forse i miei fratelli di sempre mi bannano a vita, però che ci vuoi fare, potrebbe succedere, sono cose che capitano.
Mi vendo il voto.
Dice: ah beh, carino, vuole provocare.
No, un cazzo. Non vorrei provocare proprio nessuno. Prosegui la lettura ›

Prossimamente su Giap – Gennaio 2013

La lista dei prossimi post di Giap

Per prima cosa, buon Capodanno a tutt*.
[Non vi attenderete mica un discorso su quel che ci attende dietro l’angolo come Paese nel 2013 bla bla bla? E chi siamo, Napolitano? Tanto, ci siamo già intesi. Per il momento, caviamocela con un ça va sans dire.]

Salvo imprevisti, nel gennaio 2013 troverete su Giap (non necessariamente in quest’ordine): Prosegui la lettura ›

Ai piani bassi – memorie della lotta di classe

Quando Margaret Powell pubblicò il suo memoriale, nel 1968, il mondo era cambiato dagli inizi della sua carriera. Soprattutto era cambiata lei stessa, dato che era diventata una scrittrice.

Era nata a Hove, una cittadina del sud dell’Inghilterra, sessantuno anni prima, seconda di sette figli di una famiglia poverissima. La madre faceva la donna delle pulizie, il padre era imbianchino, richiamato per la Grande Guerra, spesso disoccupato. Con una mente acuta in un corpo poco aggraziato e lungagnone, a tredici anni Margaret aveva dovuto rinunciare alla borsa di studio vinta per meriti scolastici e andare a lavorare. Cioè a fare l’unico lavoro che la sua condizione sociale le consentiva: la domestica, o meglio, la serva nelle case dei ricchi. Prosegui la lettura ›

Radio Giap Rebelde – Due compagni: Anatrino e Stefano Tassinari

 

Il video che vedete sopra mostra l’attrice Laura Garofoli (ci sembrava di averla già vista, poi ci siamo ricordati dove: Boris 3!) nei panni del compagno (della compagna!) Anatrino. Non solo l’interpretazione è azzeccatissima, ma il divenire-donna del papero proletarizzato e comunista rende il testo ancora più insurrezionale. Chissà perché non ci aveva ancora pensato nessuno. Il luogo è il teatro comunale “Carlo Levi” di Genzano (RM) occupato da un gruppo di studenti e precari. Il momento è la serata del 13 dicembre scorso. La performance è il reading da Anatra all’arancia meccanica diretto da Giuseppe “Nexus” Gatti.

Di seguito, due recentissime presentazioni di (Nuova rivista) Letteraria, una a Roma e l’altra a Bologna, entrambe in un’università, entrambe riuscitissime, molto diverse tra loro. Prosegui la lettura ›

Oggi, un anno fa

Oggi esce nelle sale italiane il primo episodio della trilogia cinematografica tratta dal romanzo Lo Hobbit di J.R.R.Tolkien. Questo nostro post però non parlerà del film, e inizierà invece ricordando che oggi cade l’anniversario della strage di Firenze, nella quale Gianluca Casseri, armato di una 357 magnum, ha ucciso a sangue freddo i cittadini senegalesi Samb Modou e Diop Mor, e ha ferito gravemente Sougou Mor, Mbenghe Cheike e Mustapha Dieng (quest’ultimo rimasto tetraplegico e afono a vita). Dopodiché, una volta circondato dalla polizia, l’assassino ha rivolto l’arma contro se stesso e si è suicidato.

La coincidenza è due volte triste, se si pensa che l’omicida, oltre a essere un simpatizzante di Casa Pound Italia, era anche un fan di Tolkien e faceva parte di quella cerchia di commentatori di destra che per decenni hanno imposto all’opera del professore di Oxford le più bislacche letture tradizionaliste (WM4 se n’è occupato dettagliatamente qui). Prosegui la lettura ›

Un Grillo qualunque. Audio completo della presentazione bolognese #M5S

Uno qualunque di questi a Bologna

Ecco la registrazione dell’incontro di ieri alla libreria Ubik di Bologna. Sentirete le voci, nell’ordine, di Marco Trotta, Wu Ming 2, Wu Ming 1 e Giuliano Santoro, più interventi e domande dai presenzianti scelti dalla Rete col meccanismo delle Presenziarie, come riportato anche dal giornale Pubblico che per una volta e’ stato corretto anche se e’ dei poteri forti e di Talese, e dal popolo della Rete medesima che interveniva dallo striaming. Prosegui la lettura ›

Un Grillo qualunque. Streaming della presentazione bolognese

Uno qualunque di questi

Dalle 18 (circa) di oggi, mercoledì 5 dicembre, su questa pagina verrà trasmesso lo streaming della presentazione bolognese del libro Un Grillo Qualunque di Giuliano Santoro, con Wu Ming 1, Wu Ming 2 e Marco Trotta (il “Branzino” di Bologna Sociale Enclave) a pungolare il dibattito.
Per chi si trova a Bologna, l’evento è alla libreria Ubik di via Irnerio 27. Chi vuole venire, carichi un video su YouTube dove spiega perché la sua presenza sarebbe un valore aggiunto, e i giapster potranno votarlo come presenziante. Fino ad ora il popolo non poteva decidere chi andava alle presentazioni dei libri, ma adesso grazie alla Rete ci sono le “presenziarie”, un grande esempio di democrazia diretta che grazie alla Rete manderemo a casa tutta la casta che ci dissanguano a noi giovani della Rete finalmente.
E se arrivano i troll della Giuseppa e di Gianroberto, gli offriamo una tisana alla melissa. Liquid feedback.
Ci teniamo a dire che per questa presentazione non prendiamo finanziamenti pubblici, e in ogni caso restituiremo tutto e metteremo tutto on line, trasparente.

«Non importa di che colore è il gatto, basta che mangi il topo, ma se il gatto ha la rogna diventa un problema.» (Nello Gradirà)

Messer Holbytla. L’eroe, il giardiniere e il perfetto gentilhobbit – di WM4

Audio del seminario di Wu Ming 4 a LuccaComics 2012 (Lucca, 2 novembre 2012), che rielabora parecchio materiale frutto di discussioni avvenute su Giap. Con i link alle immagini commentate da WM4. Cliccare sull’icona “>” per ascoltare restando su questa pagina e seguire l’esposizione aprendo le immagini. Il testo integrale della conferenza è disponibile in formato pdf (illustrato) sul sito dell’Associazione Romana Studi Tolkieniani, cioè QUI. Prosegui la lettura ›