Fitzcalatrava a Reggio Emilia. Una visita alla Stazione Alta Velocità Mediopadana pensando al cinema di Werner Herzog

Stazione AV Mediopadana, foto di WM1

Ecco qui. Da oggi potete scaricare in pdf – nell’impaginazione originale con le foto di Stefano Calanchi – il reportage di Wu Ming 1 sulla celebre «stazione di Calatrava», apparso su Nuova Rivista Letteraria n.1 nuova serie, maggio – novembre 2015.

Ricordiamo che questo numero della rivista è interamente dedicato alle Grandi Opere Inutili e Imposte. Lo presenteremo di nuovo a Bologna il 16 ottobre, alla Libreria Trame, via Goito 3/c. Il prossimo numero, invece, sarà interamente dedicato ai nuovi nazionalismi, razzismi, fascismi e “rossobrunismi”. Un tentativo di mappare la cultura di destra contemporanea.

Stazione di Calatrava (AV Mediopadana), 10 luglio 2015, foto di WM1

NRL è un semestrale di letteratura sociale fondato da Stefano Tassinari (1955 – 2012) e pubblicato dalle Edizioni Alegre. L’abbonamento annuale – due numeri monografici – costa solo 15 euro.

N.B. Le foto che illustrano questo post sono di WM1 himself. Scattate l’1 aprile e il 10 luglio 2015.

N.B. I commenti al reportage verranno aperti dopo la chiusura di Expo 2015 (31 ottobre), per dare il tempo di leggere con lucidità e stimolare risposte meditate e, soprattutto, pertinenti.

Scarica questo articolo in formato ebook (ePub o Kindle)Scarica questo articolo in formato ebook (ePub o Kindle)

Print Friendly, PDF & Email

Altri testi che potrebbero interessarti:

2 commenti su “Fitzcalatrava a Reggio Emilia. Una visita alla Stazione Alta Velocità Mediopadana pensando al cinema di Werner Herzog

  1. […] Se prima il dissenso erano gufate, oggi è la rosica dell’invidia. Expo è bellissima, come la stazione di Calatrava, e poiché ci hanno insegnato che la bellezza ci salverà, ogni valutazione su costi e benefici è […]

  2. Ieri sera su Rai5 è andato in onda doc sul grattacielo denominato Turning Torso a Malmö, progettato da Calatrava. Dopo che si è detto: “Ma in questa storia trionfale c’è anche chi ha perso, si tratta di Johnny Örbäck, la società costruttrice l’ha ritenuto responsabile per aver sforato il budget” non mi sono meravigliato ed ho pensato di lasciare questo commento. Ciao.

Leave a Reply