Oltre lo stile paranoico: il caso #QAnon. Note sul cospirazionismo, trent’anni dopo Il pendolo di Foucault

Clicca per vedere il video Beyond The Paranoid Style.

Italian first, English translation at the bottom ↓

Il 4 ottobre 1988 arrivava in libreria Il pendolo di Foucault. Il secondo romanzo di Umberto Eco, e il suo libro più perturbante. Più attuale oggi di quanto fosse trent’anni fa.

Oggi ci troviamo immersi in una nebbia di complottismi e narrazioni diversive, tra l’impazzare di #QAnon negli USA e George Soros avvistato ovunque in Europa. È dunque utile, anzi, urgente riprendere la lezione del Pendolo e investirne l’eredità nel presente. L’anniversario è un’ottima occasione, per questo intendiamo celebrarlo. A modo nostro.

Nei prossimi giorni pubblicheremo contributi di Mariano Tomatis ed Enrico Manera, ma cominciamo già oggi, pubblicando video, audio e materiali della lezione sul cospirazionismo tenuta da Wu Ming 1 pochi giorni fa, in inglese, alla McGill University di Montréal.

Da questa lezione WM1 sta anche traendo un saggio (in italiano) che dovrebbe uscire a ottobre sul sito di Internazionale.

Wu Ming 1 – Beyond The Paranoid Style

Some QCards on How Italian Literature and Italian Counterculture Experimented With Ways of Covering and Creatively Debunking Conspiracism.
Department of Languages, Literatures and Cultures, McGill University, Montréal, September 30th, 2018.

Video

Naviga la presentazione / Browse The Presentation 

Audio scaricabile / Download The Audio File.

On October 4, 1988 Umberto Eco‘s second novel reached Italian bookstores. Its title was Il pendolo di Foucault – later to be translated into English as Foucault’s Pendulum. It is Eco’s most upsetting book, and it’s more topical today than it was thirty years ago.

Nowadays, we find ourselves in a haze of conspiracy theories and diversionary narratives, from #QAnon on a rampage in the US to George Soros being spotted everywhere in Europe. It is therefore useful – indeed, urgent – to resume the lesson of Foucault’s Pendulum and invest its legacy in the present. The 30th anniversary is an excellent opportunity, that’s why we intend to celebrate it. In our own way.

In the next days we will publish contributions by a magician, Mariano Tomatis, and a mythologist, Enrico Manera, but we’re already starting today, with the video, audio and browsable presentation of a lecture on conspiracism Wu Ming 1 held a a few days ago at McGill University, Montréal.

This lecture is also the basis for a longform piece WM1 is writing in Italian, to be published in October on Italian weekly mag Internazionale‘s online edition.

«Ma gavte la nata!» / «Take out the cork!»

Scarica questo articolo in formato ebook (ePub o Kindle)Scarica questo articolo in formato ebook (ePub o Kindle)

Print Friendly, PDF & Email

Altri testi che potrebbero interessarti:

5 commenti su “Oltre lo stile paranoico: il caso #QAnon. Note sul cospirazionismo, trent’anni dopo Il pendolo di Foucault

  1. […] ottobre CORREGGIO (RE) Il pendolo di Foucault trent’anni dopo Incontro con Wu Ming 1 su letteratura e teorie del complotto h.21, Biblioteca comunale Giulio […]

  2. «A YouTuber who racked up hundreds of thousands of views pushing extreme conspiracy theories like #QAnon, #Pizzagate, and Flat Eartherism was arrested last week for allegedly threatening to massacre YouTube employees.»

    Diceva che YouTube aveva censurato un suo video.

    Prosegue quella che nella mia conferenza di Montréal ho chiamato «la scorreria di QAnon nella “vita reale”» [QAnon’s wild foray into ‘real life’].

  3. Interviewing the Alleged Secret Master of the Qanon Conspiracy

    Il titolo inganna :-) È un’intervista a Wu Ming 1 su teorie del complotto, fake news, QAnon e una possibile poesia del debunking, per il podcast americano War College.
    Durata: 48 minuti.
    Intervistatori: Matthew Gault e Jason Fields.

    Scaricabile anche da iTunes.

  4. […] essere più attuali. Dopo l’inaugurazione di questo speciale a puntate con il video della conferenza sul complottismo tenuta da Wu Ming 1 a Montréal, oggi pubblichiamo un contributo di Enrico Manera, da tempo collaboratore di Giap, studioso di […]

  5. […] li avrete riconosciuti, sono i temi della lezione tenuta da WM1 alla McGill University di Montréal, ora ulteriormente […]

Lascia un commento