Razza partigiana, video integrale del concerto

 L’avevamo linkato parecchio tempo fa, e probabilmente molti giapster non l’hanno ancora visto. Un numero ancor più elevato di giapster non avrà visto il concerto dal vivo. Ecco la ripresa integrale del reading/concerto Razza partigiana. L’esecuzione è quella del 12 settembre 2009 al Copyleft Festival di Arezzo. Ieri il video è ricomparso su YouTube e abbiamo pensato di incorporarlo qui. E’ una visione da sera d’estate, quando le finestre sono aperte e capita di ritrovarsi tra superstiti, sopravvissuti alla mattanza delle abitudini.

Ricordiamo che da questo concerto – a sua volta basato sulla biografia di Giorgio Marincola scritta da Carlo Costa e Lorenzo Teodonio – è nato prima il libro con cd Basta uno sparo e poi, dopo lo spostamento del focus da Giorgio a sua sorella Isabella, il romanzo meticcio Timira.
I tre libri e lo spettacolo dal vivo sono parti di una grande narrazione transmediale sulla famiglia Marincola, le cui sparse membra sono raccolte nel sito razzapartigiana.it.

La band del reading/concerto (e del cd) è un “supergruppo” composto da un membro di Wu Ming (il vocalista Wu Ming 2), due membri dei Massimo Volume (i chitarristi Egle Sommacal e Stefano Pilia) e due membri dei Settlefish (il bassista Paul Pieretto e il batterista Federico Oppi).

Per altre fertilizzazioni incrociate tra letteratura e musica, potete gironzolare qui.

P.S. Giap rallenta il ritmo, Wu Ming ha bisogno di un “frattempo”.
Il prossimo post d’agosto riguarderà la messa on line di un nostro ebook: L’eroe imperfetto di Wu Ming 4, la cui edizione cartacea per i tipi di Bompiani risale al 2010.
Dopodiché, passata la metà del mese, vi offriremo un post speciale, nato dall’ultima parte (quinta e sesta schermata) della discussione sul tecnofeticismo.

Scarica questo articolo in formato ebook (ePub o Kindle)Scarica questo articolo in formato ebook (ePub o Kindle)

Print Friendly, PDF & Email

Altri testi che potrebbero interessarti:

One commento su “Razza partigiana, video integrale del concerto

  1. Negli ultimi due anni ho regalato 10 cd della versione “salvata” del reading. Dei 10 destinatari almeno 8 hanno dimostrato entusiasmo e interesse nelle vicende del “nostro”.
    Purtroppo la possibilità di vederlo dal vivo, con entusiasta interessamento sia massimovolumetrico che wuminghista, si è schiantata con la performance sfortunata e ridotta all’ osso di Monte Sole, nel 2011.
    Ci siamo pure fatti il percorso a piedi, dal parcheggio di sotto fino al prato.
    Le piade impossibili da festa dell’ unità, il ristorante scarsissimo ma caro, la poca attenzione degli astanti martasuitubizzati…

    Spero di avere la possibilità di rifarmi in un contesto meno caciarone.