Flap 22. La prima parte del tour di Ufo 78 (da ottobre a dicembre)

Il cartello realizzato dalla casa editrice per l’esposizione in libreria. Riprende una definizione dei nostri libri apparsa sul New Yorker nel 2019: «Books Dan Brown would write on acid.» Se hai una libreria e vuoi il cartello, puoi rivolgerti al grossista, oppure scrivi a noi che inoltreremo al commerciale Einaudi.

农村包围城市, suggerì una volta qualcuno. Accerchiare le città dalle campagne. Sembra questa la strategia degli Ufo: li si avvista soprattutto in zone rurali e semirurali, in volo su boschi, montagne, paesini, periferie. Perché mai, ci si chiede, gli alieni dovrebbero atterrare a Torrita di Siena o a Marzano di Torriglia? Perché è un fenomeno eccentrico: apparendovi, battezza come propri centri luoghi diversi dai centri consueti. Torriglia, poco più di duemila abitanti, diventa così «capitale extraterrestre».

Non solo in Italia, il non identificato appare nella grande provincia, o meglio, in quella che le metropoli ritengono provincia, colonia del loro impero amministrativo, culturale, segnico*. Zone dove, stando a una certa vulgata, ogni tendenza arriverebbe dopo, mentre più spesso è vero l’opposto: l’autoproclamato centro rimane sbigottito di fronte a tendenze partite dalla supposta periferia, a soggettività cresciute fuori dagli schermi dei soliti radar.

Anche noi Wu Ming siamo eccentrici. Come nei nostri libri adottiamo una poetica di sguardo obliquo dai margini, dai confini, dai lembi estremi di territori e narrazioni, così nei nostri tour tracciamo rotte non scontate, dando priorità a piccoli e medi centri, cittadine, luoghi presuntamente periferici dove sono attive comunità che promuovono la cultura come resistenza.

La prima parte del tour di presentazioni di Ufo 78, di cui pubblichiamo il calendario qui sotto, si chiama Flap 22, e conferma quest’approccio.

In ufologia, «flap» è un’improvvisa concentrazione temporale e geografica di avvistamenti. Ad esempio, pochi mesi fa c’è stato un flap in Sardegna. Il 2 ottobre scorso abbiamo avuto modo di parlarne in loco, a Gonnesa (Sud Sardegna), durante la serata Aspettando Ufo 78, nell’ambito della Fiera del libro di Iglesias – Argonautilus. Ecco l’audio della serata. Anche su Apple Podcasts e nel feed di Radio Giap Rebelde.

Il nostro primo flap, che ci riporterà anche in Sardegna, si concentrerà sulla provincia del Nord e Centro Italia, ma sono ancora “orbitanti” alcune date al Sud. Il tour durerà per gran parte del 2023. La seconda tranche, quella invernale, includerà anche le grandi città, e nel corso dell’anno cercheremo di spingerci a meridione il più possibile.

Questo è il post di riferimento. Aggiunte di date ed eventuali modifiche appariranno qui, con segnalazione sul canale Telegram.

Ci vediamo nei cieli d’Italia.

CALENDARIO FLAP 22

Giovedì 20 ottobre
BOLOGNA
h.18, centro sociale della pace
via del Pratello 53
con la partecipazione di Marco Manfredi
Evento a cura di Modo Infoshop

Venerdì 28 ottobre
REGGIO EMILIA
h. 20, Lab Aq16
via Fratelli Manfredi, 14
con la partecipazione di Marco Manfredi
Evento a cura di Sciame Edicola Volante
c/o Casa Bettola – Casa cantoniera autogestita

Sabato 29 ottobre
PIETRASANTA (LU)
h.22, Casa del Popolo di Solaio
via Solaio 10
in collaborazione con la libreria indipendente
Libreria del Forte (Forte dei Marmi)

La locandina in stile Urania della presentazione maceratese.

Sabato 29 ottobre
MACERATA
h.18 C.S.A. Sisma
via Alfieri 8
In collaborazione con la libreria indipendente
Passepartout libreria caffè (Recanati)

Domenica 30 ottobre
CERVIA (RA)
h.16, Teatro comunale Walter Chiari
via XX settembre 125
A seguire:
h.21, Wu Ming 1 & Frastupac in:
La rivoluzione di Franco Battiato
Nell’ambito del festival «Il porto delle storie»,
a cura di Rapsodia e in collaborazione
con la libreria Mondadori di Cervia.
Qui la locandina completa.

Sabato 5 novembre
FERRARA
h. 19, centro sociale La Resistenza
via della Resistenza 34
Dialogherà con WM Marco Belli
Con letture dell’attore Marco Manfredi
In collaborazione con la libreria indipendente
La pazienza arti e libri

Martedì 8 novembre
PISA
h. 20:30, Cinema Arsenale
vicolo Scaramucci 2
Presentazione di Ufo 78
e proiezione del documentario di Armin Ferrari
A noi rimane il mondo. Sui sentieri della Wu Ming Foundation
In collaborazione con la libreria indipendente
Libreria Ghibellina

Sabato 12 novembre
ALMESE (TO)
h.17:30, Sala consiliare
Piazza Martiri della Libertà 48
Dialogherà con WM Simone Franchino.
Con un intervento musicale di Filo Sottile.
Nell’ambito di Valsusa LiberFest,
in collaborazione con la libreria indipendente
La casa dei libri (Avigliana)

Domenica 13 novembre
MONTE MUSINÈ (TO)
Camminata a tema Ufo 78
a cura di Alpinismo Molotov.
h. 8:30 appuntamento ad Almese, al parcheggio
tra via Rivera e via Caselette, di fronte al parco Robinson (Posizione)
Da lì si andrà in auto al vero punto di partenza: l’area attrezzata Prasabò.
Ci si incamminerà alle h. 9:00. Durata dell’ascensione: due e ore mezza circa.
Per chi vuole unirsi alla camminata più tardi, istruzioni qui («Addendum»).

Domenica 13 novembre
MOMPANTERO (TO)
h.17, Centro polivalente
Frazione Marzano Grangia, via Marzano 7 (Posizione)
A dialogare con WM, Mariano Tomatis.
Nell’ambito di Valsusa LiberFest,
in collaborazione con la libreria indipendente
La città del sole (Bussoleno)

Domenica 13 novembre
MISANO ADRIATICO (RN)
h.17, Biblioteca civica
Via Gioacchino Rossini, 7
A cura di Rapsodia e in collaborazione
con la libreria Mondadori di Cervia

Sabato 19 novembre
ADRIA (RO)
h. 17:30, Circolo del cinema «Carlo Mazzacurati»
Piazza Cavour 13
con la partecipazione dell’attore Marco Manfredi
Evento a cura dell’associazione REM
in collaborazione con la libreria indipendente
«Libri appesi»

Sabato 19 novembre
FANO (PS)
h. 16:30, Spazio autogestito Grizzly
Viale Romagna, 55
Nell’ambito di Barricate di carta,
festival dell’editoria indipendente.

Mercoledì 23 novembre
CAMPI BISENZIO (FI)
Ufo 78 alla GKN occupata
via Fratelli Cervi 1
h. 19:30 cena
h. 21 presentazione
a cura del Collettivo di fabbrica – Convergenza culturale
in collaborazione con la libreria indipendente
Marabuk (Firenze)

La locandina completa della rassegna «Avvistamenti» a Pisogne (BS).

Venerdì 25 novembre
PISOGNE (BS)
h.20:45, sala De Lisi, via Cavour
Evento a cura della Libreria indipendente Puntoacapo,
nell’ambito della rassegna «Avvistamenti»,
per caso o per destino interamente dedicata
alla Wu Ming Foundation.

Venerdì 25 novembre
PERUGIA
h.18:30, cinema Postmodernissimo
via del Carmine 4
A cura di Encuentro e Associazione Paolo Vinti

Giovedì 1 dicembre
CESENA
h. 21, circolo culturale Magazzino Parallelo
Via Genova, 70
In collaborazione con la libreria Ubik di Cesena

La locandina della presentazione veronese.

Giovedì 1 dicembre
VERONA
h. 21, associazione culturale La Sobilla
Salita Santo Sepolcro, 6/b
in collaborazione con la libreria indipendente
Gulliver – libri per viaggiare

Venerdì 2 dicembre
MANTOVA
h. 18:30, circolo Arci Te Brunetti
via Gian Battista Visi 5
A cura di Spazio sociale La Boje

Venerdì 2 dicembre
MARANO SUL PANARO (MO)
h. 21, RibaltArtCafé – Centro Culturale Polivalente
via 1° Maggio
a dialogare con WM, Ivano Gorzanelli
Evento organizzato dalla libreria indipendente Castello di Carta,
Circolo Ribalta e Comune di Marano sul Panaro
nell’ambito della rassegna “Letteratura Ribaltabile”

La locandina della presentazione alla Casona, down in the bassa bolognese.

Domenica 4 dicembre
PONTICELLI DI MALALBERGO (BO)
h. 17:00, Nuova Casa del popolo «La Casona»
via Ponticelli 43

Mercoledì 7 dicembre
BARI
h. 18, Libreria Zaum
Via Cardassi, 93
e a seguire,
h.19.30, Mediateca Pugliese
via Zanardelli, 30
presentazione del documentario di Armin Ferrari
A noi rimane il mondo. Sui sentieri della Wu Ming Foundation
“contaminata” con UFO 78.

Giovedì 8 dicembre
NARDÒ (LE)
h. 17, Diritti a Sud
via Matteotti 6

La locandina dell’evento leccese.

Giovedì 8 dicembre
LECCE

h. 19.30, Officine culturali Ergot
Piazzetta Falconieri
Reading di Wu Ming 2 + Giorgio Distante
live painting di Frank Lucignolo
Durante la serata sara possibile contribuire
alla cassa di sostegno per i No Tap
colpiti dalla repressione.

Venerdì 9 dicembre
TARANTO
h.18.30, Circolo Arci Gagarin
via Pasubio
in collaborazione con la libreria indipendente
Libreria Dickens

Sabato 10 dicembre
PORTO SAN GIORGIO (FM)
h.21, Csa Officina Trenino 211
Viale della Vittoria 211

Domenica 11 dicembre
JESI (AN)
h.19, Spazio comune autogestito TNT
via Gallodoro 68

Venerdì 16 dicembre
CAGLIARI
h.18:30, Sala Nanni Loy
via Trentino 21
h. 21:30, stessa sala
Reading da Ufo 78
con Felice Montervino e La città di notte
Nell’ambito di Marina Café Noir

Mercoledì 21 dicembre
RAVENNA
h. 18, Biblioteca classense
via Alfredo Baccarini 3
a dialogare con WM lo scrittore Matteo Cavezzali
Nell’ambito della rassegna «Il tempo ritrovato»,
in collaborazione con la libreria indipendente
Dante di Longo

* Si pensi all’istituzione delle «città metropolitane» (Legge Delrio del 2015). Percepite come semplici rimpiazzi delle vecchie amministrazioni provinciali, la loro sostanza è invece prettamente coloniale. Con la «città metropolitana», per fare un esempio, il sindaco di Torino risulta «sindaco» anche di luoghi d’alta montagna distanti cento chilometri dalla sua scrivania; coi voti della sola città diventa «sindaco metropolitano» di territori che mai lo hanno eletto ma di cui si erge a rappresentante. Con quest’escamotage, media e politici possono dire che la «città metropolitana», espressione che comprende la Val Susa, è a favore di grandi opere impattanti e climalteranti che invece la popolazione valsusina avversa e combatte.

Scarica questo articolo in formato ebook (ePub o Kindle)Scarica questo articolo in formato ebook (ePub o Kindle)

Print Friendly, PDF & Email

6 commenti su “Flap 22. La prima parte del tour di Ufo 78 (da ottobre a dicembre)

  1. Riguardo a Torrita di Siena: sono nato nel 1978 e ho sempre sentito parlare di questa storia dell’avvistamento ufo da parte di questo barbiere del paese e della grande eco mediatica che ebbe a quel tempo, con interviste anche in trasmissioni televisive.
    Mi consigliereste di leggere libro di cui mettete il link o non ne vale la pena?
    Ho già preordinato il vostro da una piccola libreria indipendente

    • Noi lo abbiamo letto qualche anno fa, mentre studiavamo per scrivere il romanzo, e lo abbiamo trovato interessante, è un’applicazione rigorosa del metodo d’indagine raccomandato dal Centro Italiano Studi Ufologici (qui il loro manuale, pdf), con la particolarità che il caso viene investigato a distanza di decenni.
      Grazie per averci segnalato a latere un refuso nel post e grazie per il tuo sostegno alle librerie indipendenti!

  2. Dopo aver ascoltato l’audio di Gonnesa, aver visto che la copertina è un crepuscolo e saputo che Battiato è in qualche modo presente all’interno del testo, una sua citazione salta presto in mente: “e il mio maestro mi insegnò com’è difficile trovare l’alba dentro l’imbrunire”. Una frase che suscita non poche riflessioni. Tra l’inizio e la fine soltanto il continuum, così come un’altra celebre frase di Battiato “l’ombra della luce”.
    La fine di un percorso è l’inizio di un altro dove, in realtà, non c’è alcuna divisione se non arbitraria. Molte cose sono fra loro correlate. Il difficile è rintracciarne, e accettarne poi, i differenti riverberi che ne strutturano l’armonia. Penso, ancora, al brano Za contenuto nell’album omonimo – Franco Battiato.
    Il confinamento-lockdown avrà senza dubbio influenzato la stesura del nuovo romanzo, ma forse anche la scomparsa del cantautore siciliano ha lasciato più di una qualche impressione.

    • La «scomparsa», hai detto bene, nel senso del suo ritiro dalle scene e dalla vita pubblica, ritiro iniziato circa tre anni prima della morte. Quel ritiro aveva già ispirato la conferenza-spettacolo «La rivoluzione di Franco Battiato», eseguita dal vivo la prima volta nell’agosto 2020 (prossima replica, Cervia, 30 ottobre, cfr. il calendario qui sopra). In Ufo 78 Battiato viene evocato, aleggia, si fa vivo ogni tanto, a volte menzionato a volte no, lasciando “uova di Pasqua” (la Pasqua in cui fece scalo a Grado). In realtà Battiato, la presenza di Battiato nell’immaginario e nella cultura popular italiana, è un vecchio “pallino”, non solo nostro: colleghi e colleghe della nostra stessa generazione – cioè quella che era alle elementari o alle medie quando arrivò La voce del padrone – ha dedicato a Battiato riflessioni, omaggi e persino libri, si va da Giuseppe Genna a Leonardo Colombati, da Aldo Nove a Francesco Bianconi, e chissà quante non vengono alla mente ora.

  3. Abito a Maresca, sull’Appennino Toscano, una di quelle periferie dell’impero di cui sopra. Essendo che nel 78 avevo 11 anni, mi ricordo benissimo quell’anno, anche perche’ vivendo praticamente dentro un’edicola ero molto ‘sulle notizie’, forse piu’ di ora. ricordo benissimo l’affaire Moro, i 3 papi, ed anche gli UFO. Il fatto e’ che ricordo benissimo anche un avvistamento. E’ un ricordo un po’ imbarazzante perche’ non sono particolarmente incline al paranormale, se non per il suo lato estetico, ma tant’è. Era una serata di giugno, mio padre ci chiamo’ improvvisamente alla finestra, da dove vedemmo due palle arancioni nell’aria, che poco dopo velocemente se ne andarono.
    Ho sempre ripensato al 78 come anno straordinario per la concomitanza di Moro, i papi e gli ufo, e stamani quando ho visto una pubblicità di UFO 78 (e le due parole messe insieme) ho capito subito di cosa possa trattare il romanzo, e mi si sono accese un po’ di lampadine.
    Spero vederci a qualche presentazione in Toscana e raccontare dell’avvistamento.. se non e’ troppo fuori tema :]

Lascia un commento