La Q di Podqast 6: «Emergenze», con WM1 e Wolf Bukowski + Calendario presentazioni maggio-giugno 2021

La Q di Podqast 6, EmergenzeÈ on line la sesta puntata de La Q di Podqast, intitolata «Emergenze», ed è la prima registrata live, in un luogo all’aperto: il parco di Villa Angeletti a Bologna. Lì, giovedì 7 maggio, Wu Ming 1 si è incontrato con Wolf Bukowski, saggista e scrittore, collaboratore fisso di Giap, autore di diversi libri tra cui La buona educazione degli oppressi, Alegre, 2019.

La conversazione tra Bukowski e WM1 è incentrata sui temi del «panico morale», delle politiche securitarie nelle città e dell’emergenza perenne come metodo di governo nell’epoca neoliberista. Si parte da una comparazione tra il Satanic Panic negli USA degli anni Ottanta e la campagna sulla «Tolleranza Zero» durante il mandato di Rudy Giuliani come sindaco di New York (1993-2001). Si prosegue attualizzando quelle linee, sempre con un occhio a quanto appena successo con l’emergenza-pandemia. Di fatto, è anche un dialogo tra i due libri, La Q di Qomplotto e La buona educazione degli oppressi.

[A proposito, dopo aver ascoltato la conversazione, consigliamo di leggere quest’articolo di Federico Di Vita sul «decoro» nelle città in prospettiva post-pandemica.]

La puntata, come sempre, è su Vimeo, su YouTube – che non linkiamo, in ottemperanza al degoogling di questo blog – e, solo audio, su Internet Archive, su Apple Podcasts, e chi vuole può prendere direttamente il feed e farci quel che preferisce.

Ecco invece la versione aggiornata del calendario delle presentazioni di La Q di Qomplotto, maggio-giugno 2021. Ribadiamo che purtroppo, per motivi di lavoro e di tenuta psicofisica, WM1 farà in tutto poco più di una decina di presentazioni. Tra quelle già fissate o quelle “orbitanti” il calendario è già chiuso. A ‘sto giro più di così proprio non si riusciva a fare.

15 maggio
BOLOGNA
h. 18, Arena Orfeonica
Via Broccaindosso 50
ATTENZIONE: POSTI ESAURITI

4 giugno
SIENA
h. 18, Corte dei Miracoli
via Roma 56
con l’autore dialogheranno
Maria Cristina Addis, Rossella Borri, Alberto Prunetti
e Tommaso Sbriccoli.
Prenotazione obbligatoria via email:
prenotazionieventi@lacortedeimiracoli.org

11 giugno
REGGIO EMILIA
Casa Bettola
via Martiri della Bettola 6
Dettagli a seguire.

18 17 giugno
BOLOGNA
h. 18:30, Giardino del Guasto
via del Guasto 1
Presentazione congiunta de La Q di Qomplotto
e di Favole del reincanto di Stefania Consigliere
Partecipa l’antropologa Cristina Zavaroni.
Non è necessario prenotare.

20 giugno
ROMA
Festival Contrattacco
Dettagli a seguire.

23 giugno
PISOGNE (BS)
h 20.30, Piazza Vescovo Corna Pellegrini
Nell’ambito del Festival terre dell’ovest
(sistema interbibliotecario Brescia Ovest)
Organizzato con Libreria Puntoacapo / spazio STORiE.

30 giugno
CESENA
h. 20, Magazzino Parallelo
via Genova 70.

Per ora è tutto. Buoni ascolti e buone letture. Da qui al prossimo speciale, aggiornamenti sul nostro canale Telegram, qui.

La Q di Qomplotto è in libreria ed è anche ordinabile dal sito delle Edizioni Alegre.

Scarica questo articolo in formato ebook (ePub o Kindle)Scarica questo articolo in formato ebook (ePub o Kindle)

Print Friendly, PDF & Email

2 commenti su “La Q di Podqast 6: «Emergenze», con WM1 e Wolf Bukowski + Calendario presentazioni maggio-giugno 2021

  1. A proposito del ‘panico morale’ negli USA promosso dalla nuova destra e dai gruppi cristiani e cristiano-evangelici (in supporto a / con il supporto di Raegan) in rapporto alla musica metal e ai riferimenti al satanismo in essa contenuta, consiglio la lettura di J. BRACKETT, Satan, Subliminals, and Suicide: The Formation and Development of an Antirock Discourse in the United States during the 1980s, in “American Music”, Vol. 36, No. 3 (Fall 2018), pp. 271-302 (disponibile su JSTOR). Fondamentale appare al ri-centralizzazione del ruolo educativo dei genitori, ai quali venne chiesto di porre attenzione ai consumi culturali dei propri figli.

  2. Un po’ prevedibilmente, Di Vita è stato profeta.

    Il caro Nardella – che ormai rasenta l’autoparodia – ha imposto il divieto di stazionamento in centro a Firenze.

    Tra le eccezioni, “quella per accedere agli esercizi pubblici ed agli esercizi commerciali legittimamente aperti”.

    Vale a dire: se vuoi fare la passeggiatina in centro, _consumi_ e silenzio.

    https://www.comune.fi.it/dalle-redazioni/nuova-ordinanza-contro-gli-assembramenti

    Ma con che faccia.
    Con che faccia.

    Tra gli altri, i pericolosi sovversivi di Dissapore/Dagospia nella persona di Dario Di Marco vanno dritti al punto qui (https://archive.is/5X9Tr):

    “È chiaro che il grimaldello che usa Nardella è quello degli assembramenti, quindi ci muoviamo sempre in area contenimento Covid, ma la verità è che sta portando avanti da anni una battaglia per il “decoro”, che poi vuole semplicemente dire che la città deve essere fruita solo dai turisti, e i cittadini ridotti a figuranti.”

Lascia un commento