La riapertura di Giap, le prossime uscite, i progetti in corso, la strada chiama

«Butta la tua statua giù e resta giù, / resta giù!» (Area, Ici on dance!, 1978).

Rieccoci. Dopo la pausa d’agosto – pausa solo per Giap, non per noi –, annunciamo la ripresa delle pubblicazioni, aggiorniamo sui progetti in corso e le prossime uscite,  segnaliamo alcuni appuntamenti di settembre e ottobre.

Durante l’estate abbiamo continuato a lavorare insieme al romanzo La grande ondata del ’78 – che consegneremo all’Einaudi nella primavera 2021 – e ciascuno per conto proprio ai vari progetti solisti. Non dovendo più seguire alcun profilo sui social– a settembre sarà un anno tondo che abbiamo abbandonato Twitter – e con il blog rallentato e poi sospeso, abbiamo raggiunto un livello di coordinazione e ottimizzazione degno del Toyotismo. Una Toyota senza dipendenti, dove il management lo fanno tutte e tutti.

La scelta di “allentare” Giap non era dovuta solo alle esigenze di scrittura, ma anche alla necessità di una decongestione dopo il flusso impressionante e ingestibile della primavera. Ora riapriamo e vedremo come andrà.

■  Domani pubblicheremo un articolo di plv – insegnante, giapster e membro della rete BESSA di Bologna – sulla situazione nella e intorno alla scuola, a pochi giorni dalla riapertura. Cosa non si è fatto, cosa potrebbe succedere, come e perché la scuola è diventata un capro espiatorio e il punto in cui convergono e collassano tutte le retoriche dell’emergenza Covid-19. Titolo: A scuola di rabbia. Tanto per dare un’idea.

■ Nei prossimi giorni sul sito di Internazionale uscirà la prima puntata di una nuova inchiesta di Wu Ming 1: Il mondo secondo QAnon: come entrarci, perché uscirne. Un punto della situazione, a 3/4 dell’anno in cui – grazie alla suddetta emergenza Covid-19 – la setta QAnon è diventata globale e ha attecchito anche da noi.

È una “tappa d’avvicinamento” al libro che uscirà per Alegre ai primi di dicembre, La Q di Qomplotto. Titolo provvisorio: QAnon, Qoronavirus e dintorni. Perché le fantasticherie di complotto aiutano il potere e come evitarle.

Qui su Giap segnaleremo le due puntate dell’inchiesta e, più avanti, pubblicheremo in anteprima l’indice/mappa del libro.

Berlino, sabato 29 agosto.

Per quanto riguarda le altre uscite editoriali, segnaliamo che:

■ A settembre, nella collana Fatterelli bolognesi dell’editore Minerva, uscirà La battaglia della merda, di Wu Ming 2 e Giuseppe Palumbo.

Si tratta del racconto di un episodio leggendario che sarebbe avvenuto nel 1334, quando i bolognesi cacciarono dalla città il legato pontificio Bertrando del Poggetto, dopo averlo assediato nel suo castello per dieci giorni di fila e senza usare armi convenzionali.

È una storia locale che affronta il tema universale di come ribellarsi ai soprusi e resistere ai prepotenti.

■ A ottobre uscirà, sempre con Alegre, Quando qui sarà tornato il mare, «romanzo a mosaico» sul cambiamento climatico scritto dal collettivo Moira Dal Sito, cioè dalle venti persone che nel biennio 2018-2019 hanno partecipato al laboratorio coordinato da Wu Ming 1 alla biblioteca comunale Mario Soldati di Ostellato (Fe).

«Moira Dal Sito» è un anagramma di Mario Soldati, ma ha anche un altro significato: il nostro destino – in greco, moira – si costruisce nei luoghi, nella concretezza dei territori.

Laboratorio e romanzo fanno parte del progetto Blues per le terre nuove, che Wu Ming 1 presenta nel saggio-racconto introduttivo.

Tutti i proventi generati dal libro andranno ad associazioni che si occupano di ambiente e clima nella zona del Delta del Po.

Proiezione: come appariranno le province di Ferrara e Rovigo e l’area nordadriatica nel 2100 in caso di innalzamento di un metro dell’Adriatico. Mappa presa dal sito flood.firetree.net. Questa è la premessa narrativa del progetto di Wu Ming 1 Blues per le terre nuove e del libro di Moira Dal Sito Quando qui sarà tornato il mare.

■ In autunno, e ancora con Alegre, uscirà un «oggetto narrativo non-identificato» scritto dallo storico e collaboratore di Giap Piero Purich, nuovo titolo della collana Quinto Tipo diretta da Wu Ming 1.

■ Nella primavera del 2021 uscirà per Feltrinelli la nuova versione – aggiornata, ampliata, ancora più ibrida – de Il sentiero degli dei di Wu Ming 2.

Veniamo agli appuntamenti dal vivo. Come abbiamo già spiegato, la nostra attività on the road non riprenderà agli stessi ritmi di prima. Gli anni Dieci sono stati vorticosi, migliaia di eventi dal vivo tra presentazioni, reading, spettacoli, conferenze, seminari, escursioni… Anche su quel versante dobbiamo rallentare.

Ma rallentare non significa fermarsi: significa viaggiare meglio. La strada ci chiama e in strada rimaniamo, perché la strada è imprescindibile, è parte costitutiva di Wu Ming, del nostro approccio, del nostro stesso scrivere.

Appuntamenti di settembre

■ Giovedì 3 settembre a Napoli reading/concerto da La macchina del vento (Einaudi, 2019) con Elem + Wu Ming 1. H.21, Chiostro di San Domenico Maggiore. Nell’ambito di Estate a Napoli 2020. Il biglietto costa 12 euro, prevendita qui.

Elem è un trio formato da Marco Messina (membro fondatore dei 99 Posse e autore di colonne sonore), Fabrizio Elvetico (membro dell’Illachime Quartet, compositore di musiche per cinema e teatro) e Loredana Antonelli (filmmaker e artista visiva).

Dal 10 al 13 settembre, trekking sull’Appennino maceratese sulle tracce dei partigiani africani che combatterono nella nostra guerra di Liberazione.

A guidare la camminata e raccontare le storie saranno Matteo Petracci, storico, autore del libro Partigiani d’oltremare. Dal Corno d’Africa alla Resistenza Italiana, e Wu Ming 2.

Quattro giorni di viaggio, con cene e pernottamenti in strutture prenotate ad hoc. Il tutto – pasti, pernottamenti, ingresso al Museo della Resistenza di Braccano, assicurazione ecc. – costa 375 euro. Programma completo e informazioni per iscriversi qui. Ultimi posti disponibili, da prenotare entro il 3 settembre.

■ Il 13 settembre a Varese, doppio evento tolkienano: The Road Goes Ever On And On. Alcuni passi nel mondo di Tolkien.

Nella tensostruttura dei Giardini Estensi, via Sacco 5, a partire dalle 16, conferenza di Wu Ming 4 e reading di brani de Il signore degli anelli, nella nuova traduzione di Ottavio Fatica, con colonne sonore di Howard Shore, eseguite dal vivo da giovani maestri e studenti di Varese e dintorni. Iniziativa a cura di In Vino Recitas e La città invisibile.

Tecnicamente l’evento è sold out, ma in caso di bel tempo saranno resi disponibili posti extra. La prenotazione verrà effettuata la sera stessa in biglietteria.

■ Il 18 settembre al CombinAzioni Festival di Montebelluna (TV) Wu Ming 2 dialogherà con Lello Voce su fantascienza e futuro, partendo dal nostro romanzo Proletkult (2018). H.21, Bibloteca comunale, Largo Dieci Martiri 1.

■ Di nuovo con Tolkien il 19 settembre nella rocca sforzesca di Dozza Imolese (BO): WM4 interverrà al Tolkien Studies Day – Aspettando Fantastika. La giornata è organizzata dalla Tana del Drago – Centro Studi Tolkieniani. Inizio alle h.15.

■ Nei prossimi giorni definiremo i dettagli della terza scarpinata appenninica organizzata da Wu Ming, BaLotta Continua et alii, e daremo la conferma definitiva della data. Abbiamo pensato al 20 settembre, ultimo giorno d’estate.

■ Il 26 settembre reading/concerto da La macchina del vento a Riva del Garda (TN), con Elem + WM1. H. 23 nel cortile della Rocca. Nell’ambito del festival Intermittenze.

Appuntamenti di ottobre

■ Il 2 ottobre a Brescia, incontra sulla scrittura collettiva con Wu Ming 2. H.19:30, Piazza Vittoria, nell’ambito del festival Librixia.

■ Il 3 ottobre alla Polveriera di Firenze Wu Ming 4 e Alberto Prunetti presentano il libro di D. Hunter Chav: solidarietà coatta, uscito nella collana Working Class di Alegre. H.16, via Santa Reparata 12.

■ Il 3 ottobre a Bologna Wu Ming 1 interverrà a una giornata di studi sulla public history. Dettagli a seguire.

■ Il 10 ottobre al VisRabbia di Avigliana (To) reading/concerto de La macchina del vento, con Wu Ming 1 e Bhutan Clan. Dettagli a seguire.

■ Il 23 ottobre a Bedizzole (BS), Wu Ming 2 dialoga con Paolo Festa su eroi, antieroi e antagonisti nei romanzi di Wu Ming. H.21, Biblioteca civica, via De Gasperi 2. Nell’ambito del festival «Dalla parte giusta».

Su ottobre ci sono altre date “orbitanti” che comunicheremo una volta fissate. Dopo la prova aperta dello scorso 12 agosto al porto di Cattolica, Wu Ming 1 e il trio Frastupac! cominceranno a portare in tour la conferenza-spettacolo La rivoluzione di Franco Battiato, giusto in tempo per il quarantennale de La voce del padrone (1981-2021).

Insomma, verdure sulla griglia ce n’è tante. Ci vediamo al convivio.

Scarica questo articolo in formato ebook (ePub o Kindle)Scarica questo articolo in formato ebook (ePub o Kindle)

Print Friendly, PDF & Email

One commento su “La riapertura di Giap, le prossime uscite, i progetti in corso, la strada chiama

  1. Sulla battaglia della merda ricordo un famoso pezzo di Dario Fo.
    Certo, non avevo mai messo a fuoco (l’ho pensato per la vicinanza dei due articoli) la coincidenza geografica e di tempi con “l’esodo degli studenti” dell’universià di Bologna, ricordato nell’articolo su Simone Ramilli. 1321-1334, 13 anni di distanza: molt* de* protagonist* delle due vicende dovevano essere le stesse persone.

    Dopo di che, delle tante iniziative, aspetto in particolare l’articolo sulla riapertura della scuola. Apprezzo molto il lavoro che fate sul tema della scuola pubblica. Non commenterò subito perché ho sei ore di collegio docenti, ma leggerò con attenzione dopo. (Questa sviolinata finale, non so se si è capito, serve a raggiungere il numero minimo di battute)

Lascia un commento