Un nuovo libro del #QuintoTipo: «Il tenore partigiano», vita e Resistenza di Nicola Stame

Il tenore partigiano

Clicca per scaricare la copertina completa, con la quarta, i risvolti e la presentazione della collana Quinto Tipo scritta da Wu Ming 1 (pdf)

Dopo Diario di zona e Il derby del bambino morto, ecco Il tenore partigiano, terzo titolo della collana «Quinto Tipo» diretta da Wu Ming 1. Arriva in libreria il 22 aprile, giusto in tempo per il settantennale della Liberazione.

Lello Saracino, giornalista (e compagno) nato e cresciuto a Foggia, insegue da anni la storia del suo concittadino Nicola “Ugo” Stame, nel tentativo di far parlare fonti “bucherellate”, colmare silenzi e recuperare momenti perduti. Il tenore partigiano è, al momento, il resoconto più completo della vita di un antifascista troppo a lungo relegato ai margini della memoria.

Stame, cantante lirico di grande spessore, ebbe la carriera gravemente pregiudicata dalla polizia politica fascista, che nel 1939 lo arrestò al Teatro lirico di Roma, coram populo, durante le prove generali della Turandot.

Questa è la sua voce. Di quella pira…, da Il Trovatore di Giuseppe Verdi, parte III, secondo quadro.
Questa è la sua voce. Di quella pira…, da Il Trovatore di Giuseppe Verdi, parte III, secondo quadro.

Dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943, Nicola prese parte alla battaglia di Porta San Paolo, dove militari allo sbando e civili di ogni provenienza tentarono di impedire l’occupazione nazista della capitale. Poco dopo, entrò in clandestinità come partigiano del Movimento Comunisti d’Italia/Bandiera Rossa.

Bandiera Rossa, movimento troppo poco ricordato, a Roma aveva un seguito molto vasto. Era un’organizzazione a sinistra del PCI, più intransigente nelle alleanze, e fu protagonista di azioni clamorose.

Saracino afferra la storia di Nicola per la coda, cominciando dal giorno in cui le SS lo prelevarono dal carcere di Regina Coeli insieme ad altri 334 prigionieri, per portarlo alle Fosse Ardeatine. Dopodiché, ci muoviamo a ritroso e verso sud-est. Foggia, 1908. Nasce come «figlio di N.N.» l’uomo che diverrà prima aviatore, poi cantante, poi partigiano.

Il libro contiene anche immagini mai pubblicate prima, documenti e fotografie dalla vita e dalla carriera del tenore di via dei Volsci.

Sul sito di Alegre si può ordinare il libro con il 15% di sconto e la spedizione gratuita.

Scarica questo articolo in formato ebook (ePub o Kindle)Scarica questo articolo in formato ebook (ePub o Kindle)

Print Friendly, PDF & Email

Altri testi che potrebbero interessarti:

3 commenti su “Un nuovo libro del #QuintoTipo: «Il tenore partigiano», vita e Resistenza di Nicola Stame

  1. Una bella notizia, felice di vedere che il nome di questo compagno non è più solo “[…] lettere sopra a una lapide” o il ricordo, commovente, della famiglia come nell’opera di Portelli.

  2. […] Lello Saracino presenta Il tenore partigiano h. 18, Camera del Lavoro, via della Repubblica 68 Il tenore partigiano è un titolo Quinto Tipo, collana diretta da Wu Ming 1 per Edizioni […]

  3. […] giugno ROMA Lello Saracino presenta Il tenore partigiano h. 17, Largo delle Terme Gordiane, Villa Gordiani Nell’ambito della festa per il 71° della […]

Leave a Reply