Torna in libreria «Amianto» di Alberto Prunetti

Copertina Amianto

La nuova edizione di Amianto. Clicca per ordinarla all’editore con il 15% di sconto e senza spese di spedizione. Oppure ordinala alla tua libreria di fiducia, meglio se indipendente.

Le Edizioni Alegre prendono il testimone dai leggendari compagni di Agenzia X e riportano in libreria un titolo davvero importante: Amianto. Una storia operaia di Alberto Prunetti. La nuova edizione ha un capitolo in più e… un’appendice giapster, perché il libro si conclude con la conversazione a tre De Michele – Prunetti – Wu Ming 1 apparsa su questo blog il 3 febbraio 2013.

Per l’occasione, riproponiamo l’audio della presentazione bolognese del libro, svoltasi il 20/03/2013 in un’aula della facoltà di Lettere occupata per la bisogna.
Con l’autore c’erano WM1, Massimo Vaggi (scrittore e avvocato civilista, redattore della rivista «Letteraria», collaboratore della FIOM, esperto di cause per morti da amianto) e Babe del collettivo Bartleby.
La registrazione dura un’ora e quarantadue minuti. L’intervento introduttivo di Babe è un po’ distorto, poi si sente tutto bene. Per scaricare il file, cliccare sulla freccia. Buon ascolto!

Presentazione di Amianto, Bologna, 20 marzo 2013
Presentazione di Amianto, Bologna, 20 marzo 2013.

Scarica questo articolo in formato ebook (ePub o Kindle)Scarica questo articolo in formato ebook (ePub o Kindle)

Print Friendly, PDF & Email

Altri testi che potrebbero interessarti:

2 commenti su “Torna in libreria «Amianto» di Alberto Prunetti

  1. Una notizia positiva questa, #Amianto merita di rimanere disponibile e facilmente reperibile per coloro che ancora non l’hanno letto. Da quando è stato pubblicato, personalmente ne ho parlato molto, cercando di spingerlo e spingere alla sua lettura; non avrò con la mia spinta alzato di molto l’asticella delle vendite, ma ne è valsa la pena perché comunque ogni volta che ho avuto modo di parlare di questo libro è stata per me una piccola liberazione e un riconoscimento a quella generazione di padri che in fabbrica, o per colpa della fabbrica, troppo presto sono morti.
    Leggendari i compagni di Agenzia X che lo pubblicarono, bravi alle Edizioni Alegre che lo ripropongono, con una bella copertina che con maggiore efficacia della precedente richiama subito l’odore del metallo, la luce accecante della saldatrice, il “saper fare” del mondo operaio. E poi c’è la chicca di un nuovo capitolo e di quella conversazione a tre che esprimeva l’urgenza di tornare a parlare tra “figlioli della classe operaia” del mondo in cui si è cresciuti, con l’intento di parlarne a tutti e tutte…

  2. Forse il libro che in assoluto ho regalato e pompato di più, se la gioca con Q. Importante parlarne e riproporlo ancora perché è un’opera di carne viva che stimola connessioni e moltiplica le occasioni di confronto.

    Gli incontri e le presentazioni sono vere e proprie fucine di storie. Amianto straborda dalla carta stampata.

    Ecco il board pinterest del libro che, vista la nuova edizione e il nuovo capitolo, sarà presto aggiornato con nuovi contenuti:
    http://www.pinterest.com/marabou3/amianto-una-storia-operaia-alberto-prunetti/