#Cantalamappa e #Tolkien On Air. Un buon modo per iniziare il 2017

Martedì 3 gennaio Wu Ming 4 è stato intervistato da Loredana Lipperini durante la trasmissione Fahrenheit, in onda su Radio 3, a proposito de Il Ritorno dei Cantalamappa. Qui è possibile ascoltare la puntata.

E’ stata l’occasione per ricordare che le stesse voci torneranno su quelle frequenze durante il ciclo di puntate della trasmissione Pantheon, che per otto sabati, a partire dal 7 gennaio alle h. 18, si occuperà di J.R.R.Tolkien nel programma Tolkien: un viaggio inaspettato. Ebbene sì, il professore approda a Radio Rai. La trasmissione sarà condotta da Loredana e dal musicista compositore Arturo Stalteri. Il mondo tolkieniano infatti sarà trattato sia dal punto di vista letterario sia da quello musicale. Si può trovare il programma completo delle otto puntate, con i temi che verranno toccati e i relativi ospiti sul sito dell’Associazione Italiana Studi Tolkieniani.

Tornando a Il ritorno dei Cantalamappa, gli scorsi 14 e 15 dicembre Wu Ming 2 e Wu Ming 4 sono stati al centro di un incontro con le classi di due scuole elementari, alla Casa della Carità di Milano, nell’ambito del progetto Oggi leggo da protagonista. Sono state due giornate intense: i bambini avevano svolto un bel laboratorio propedeutico all’incontro con gli autori di Cantalamappa e Il ritorno dei Cantalamappa. Sul sito della Casa della Carità c’è un report sulle due giornate.

Last but not least, Wu Ming 2 è stato intervistato da Francesca Pieroni sul blog The Martian, ancora a proposito di Guido e Adele Cantalamappa.

Buon ascolto e buona lettura.

Scarica questo articolo in formato ebook (ePub o Kindle)Scarica questo articolo in formato ebook (ePub o Kindle)

Print Friendly, PDF & Email

Altri testi che potrebbero interessarti:

3 commenti su “#Cantalamappa e #Tolkien On Air. Un buon modo per iniziare il 2017

  1. Ci saranno delle presentazioni per il nuovo libro dei cantalamappa?

    Sono rimasto piacevolmente sorpreso dal primo cantalamappa nonostante sia adulto.

    • E’ difficile fare delle presentazioni canoniche di un libro per ragazzi. Perché funzionino di solito c’è bisogno di un lavoro propedeutico, fatto da una figura professionale, educatrice, maestr@, librai@, ecc. Altrimenti si fa fatica a coinvolgere i ragazzini partendo da zero. Quindi qualche presentazione si riesce a farla, ma per forza di cose sono molto più sporadiche delle altre.

  2. Grazie mille. Io proverò a leggere qualche racconto a mia nipote. Anche se sono adulto trovo molto belli i mini racconti. Naturalmente io non mi fermo e approfondisco.

Leave a Reply