Duncan Edwards: il più grande calciatore di sempre

Copertina di Duncan Edwards, il più grande

Clicca per aprire la copertina completa, con quarta e bandelle (pdf).

È quello che sostiene l’autore di questa biografia, James Leighton, in uscita il 26 aprile per l’editrice 66thand2nd. E per quanto possa sembrare una sparata, gli argomenti che Leighton porta a sostegno della sua tesi sono tutt’altro che balzani. Infatti, benché qualunque classificazione in uno sport di squadra e di relazione/scontro risulti sempre parziale e relativa al contesto, la versatilità di Duncan Edwards, prima ancora che le sue res gestae, appare davvero rara, anche rispetto al calcio attuale.

Quello di Leighton è un viaggio nel cuore del XX secolo e nell’Inghilterra profonda, fucina di calciatori che uscivano dal ventre del paese, direttamente dalle viscere della terra, dalle miniere di carbone delle Midlands e del nord. Un viaggio che comincia negli anni della Grande depressione e arriva fino alla fine degli anni Cinquanta, in pieno sconvolgimento da rock’n’roll, per proiettarsi oltre, con un what if che azzarda una storia alternativa del calcio internazionale.

Questo è un libro sul calcio che racconta anche una trasformazione dei costumi, e soprattutto dello sport, sullo sfondo di una grande avventura calcistica, quella dei mirabolanti Busby Babes e della loro tragica fine, molto simile a quella del Grande Torino.

Questo è un libro che racconta anche la nascita del mito del Manchester United per come l’abbiamo conosciuto a partire da allora. Il club nato all’ombra delle ciminiere, che raccoglieva su di sé le aspettative di una città operaia, e che voleva imporsi sulle squadre più blasonate e più antiche.

Al centro di questa storia c’è la figura eroica, e a modo suo romantica, di un enfant prodige del calcio, figlio della classe operaia, che si presentava come un ricettacolo di virtù sportive, quando il calcio era uno sport per gente ruvida e anche ruvidissima, e che insieme ai suoi compagni in maglia rossa divenne una bandiera.


Il libro l’ha tradotto Wu Ming 4, che ha scritto anche la prefazione. La pubblicheremo prossimamente qui su Giap. Gli appassionati di calcio (e non) tengano le antenne dritte.

Scarica questo articolo in formato ebook (ePub o Kindle)Scarica questo articolo in formato ebook (ePub o Kindle)

Print Friendly, PDF & Email

Altri testi che potrebbero interessarti:

Lascia un commento