Ufo 78, speciale n.9 | Il punto sul Flap 23, ascolti (e guide all’ascolto), interviste, recensioni

12 gennaio 2022, Dopolavoro Culturale del Monopolio – Laboratorio di Cultura Popolare di Ariano irpino (AV). Marco Messina e Fabrizio Elvetico, due terzi dell’ensemble Elem, durante il reading/concerto da Ufo 78. Questo nuovo speciale di Giap include l’audio di quella serata, con le voci di WM2 e WM4.

Il Flap 2023 sta mantenendo le promesse di quello autunnale. Ovunque andiamo troviamo grande calore, ottima affluenza di pubblico, domande, curiosità, e banchetti dei libri regolarmente svuotati.

Avviene su tutto il territorio nazionale, da Nord a Sud, senza distinzioni. Si sa, per altro, che certe realtà periferiche, specialmente a meridione, sono complicate. Non è scontato organizzare eventi o avere un certo tipo di riscontro in un territorio che assorbe una minima percentuale del venduto librario italiano. Noi abbiamo scelto di non fare differenze di sorta tra regione e regione, né tra città e provincia, e questa scelta ci sta ripagando.

Le nostre energie sono limitate, ovviamente, quindi non riusciamo ad andare ovunque ci chiamino, ma stiamo cercando di incastrare quante più presentazioni possiamo, anche dividendoci e sfruttando il fatto di essere in tre. L’andamento in libreria di Ufo 78 rispecchia tutto questo: dall’uscita (11 ottobre) a oggi sono state vendute circa trentamila copie.

Ci riempie di soddisfazione anche leggere sulla stampa lunigianese e nelle recensioni di lettori e lettrici autoctoni che la Lunigiana di Ufo 78, benché trasfigurata e in gran parte immaginaria, nondimeno… è Lunigiana. Ha tenuto a dircelo persino l’illustre collega Maurizio Maggiani, che vive a La Spezia e in Lunigiana ha ambientato storie memorabili, come quelle che innervano il suo capolavoro Il coraggio del pettirosso. E come non avere un sussulto nel leggere, su La voce apuana, un titolo come «Corrieri cosmici, statue stele e nonne che fanno i “tordei”: Lunigiana protagonista nel romanzo di Wu Ming»? Prosegui la lettura ›

Ottanta giorni di sciopero della fame. Il caso Alfredo Cospito e «i buoni»

Milano, 29 dicembre 2022, manifestazione in solidarietà ad Alfredo Cospito.

Dopo decenni di «scioperi della fame» per modo di dire – all’acqua di rose, meramente simbolici, spesso solo mediatici, annunciati anche per questioni di dubbia rilevanza – non ci impressiona più sentire che una persona è in sciopero della fame. Almeno dalle nostre parti, il concetto è inflazionato, e una pessima informazione fa il resto.

La maggior parte di noi non si immagina com’è, un vero sciopero della fame.

E allora bisogna farlo capire. Prosegui la lettura ›

Come vivere insieme… all’Uomo Calamita. Due segnalazioni d’inizio anno.

Roland Barthes e l’Uomo Calamita

Dedichiamo il secondo post del 2023 alla segnalazione breve di due appuntamenti importanti (almeno per noi).

✦ Il 2 gennaio si sono aperte le iscrizioni per partecipare al laboratorio di scrittura collettiva meticcia che Wu Ming 2 gestisce ormai da dieci anni in collaborazione con l’Università di Bologna e l’associazione Eks&Tra.

In sintesi, si tratta di dieci incontri, gratuiti, a Bologna, nei lunedì pomeriggio tra febbraio e maggio, durante i quali una quarantina di persone forma una decina di gruppi per poi scrivere un racconto a più mani, a partire da un tema e da uno spunto comune. Per partecipare non serve essere iscritti all’Università, ma bisogna inviare un breve curriculum, perché le richieste sono sempre molte e purtroppo non possiamo accontentarle tutte. Prosegui la lettura ›

«Radio Piemonte International», il primo podcast prodotto da Melologos. Per meglio dire: un radiodramma da Ufo 78

Radio Piemonte International, la locandina

Puoi ascoltare Radio Piemonte International su Giap, Apple Podcasts, Internet Archive, Vimeo e YouTube***.

Radio Piemonte International è il primo podcast realizzato dal laboratorio Melologos, che abbiamo fondato a Bologna e avrà la propria sede al Nassau, un nuovo spazio polivalente in via de’ Griffoni 5/2. Ma andiamo con ordine.

«Podcast» è un termine generico, un ombrello lessicale che può confondere le idee, perché copre prodotti e generi molto diversi tra loro*. Radio Piemonte International si ispira al formato del radiodramma, e si svolge in un atto unico di 19 minuti.

Nell’arco di tre mesi, dall’ottobre al dicembre 2022, abbiamo adattato, messo in scena e sonorizzato un capitolo di Ufo 78, il 17 del Secondo movimento. Ecco le voci che udirete:

Wu Ming 1 – Voce narrante, gli ufologi Bonino e Ravarino, “Giuseppe”

Donatella Allegro – Milena Cravero

Jadel Andreetto – “Walter”

Filomena “Filo” Sottile – Carmen

Come si diceva, la produzione – montaggio, missaggio, ingegneria sonora, mastering ecc. – è di Melologos, un lavoro di squadra coordinato da Stefano D’Arcangelo. La registrazione della voce di WM1 è a cura di Giroweedz. Prosegui la lettura ›

Veglione rosso. L’alba di una notte durata vent’anni.

La scorsa primavera, una raccolta fondi lanciata da Casa Spartaco, dall’Anpi di Correggio e dall’Istoreco di Reggio Emilia, ha permesso di realizzare Veglione rosso, un volume di racconti scritti da Wu Ming 2, uno per ciascuno dei dodici correggesi uccisi dai fascisti tra il 1920 e lo scoppio della Seconda guerra mondiale.

Storie di muratori, braccianti, contadini, falegnami, operai. Donne e uomini che hanno rifiutato un destino di fame e fatica. Venivano da famiglie socialiste, anarchiche, comuniste. Oppure erano i primi, della loro schiatta, che avessero osato iscriversi a un sindacato, a una cooperativa, a una lega di lavoratori. I primi a scioperare, i primi a pretendere di stare meglio, senza aspettare il giudizio universale. Bastonati, per questo, sulle strade di un borgo che sa di letame. Aggrediti nella nebbia che sale dai fossi. Pestati a sangue accanto alla bicicletta. Avvelenati con l’olio di ricino alla Casa del fascio. Malmenati in caserma e in prigione. Stesi nella polvere di una cavedagna, nel fango dei campi, sul selciato di una piazza, fuori dall’osteria, davanti alla porta di casa.
Prosegui la lettura ›

Flap 23! Il calendario del tour invernale di Ufo 78 + Speciale n.8: suoni, interviste, recensioni

Kolosimo, Moro e Jesi nell’immagine che su Pulp Libri accompagna l’articolo di Lorenzo Mari «Amare gli UFO, amare Furio Jesi», vedi sotto.

Ecco le date invernali del Flap 23. Come si nota già a colpo d’occhio, il calendario è fitto. Nei primi mesi del nuovo anno toccheremo grandi capoluoghi metropolitani e, al contempo, ci spingeremo più spesso a Sud.

Queste 40 presentazioni si sommano alle 29 già fatte e alle ulteriori che stiamo concordando per il periodo aprile–giugno (e qualcuna anche più avanti). Tra fissate e “orbitanti” siamo già intorno alla oltre la novantina di date. Due serate del Flap 22 (a Porto San Giorgio e a Jesi), rinviate per causa di forza maggiore, verranno recuperate a maggio.

Ricordiamo che nel complesso faremo un centinaio di presentazioni. È un impegno considerevole, ma dà anche molte soddisfazioni, ribadisce il nostro rapporto diretto con lettrici e lettori, ed è preferibile a certe scorciatoie, quelle che evitiamo da sempre, come andare in TV et similia.

Sotto il calendario, lo Speciale Ufo 78 n.8, con nuove recensioni, nuovi suoni, nuove segnalazioni. Prosegui la lettura ›

Per Alfredo Cospito, al 60esimo giorno di sciopero della fame, contro il 41 bis e l’ergastolo ostativo

Cagliari, teatro Nanni Loy, 16 dicembre 2022. Lo striscione in solidarietà ad Alfredo Cospito esposto prima della presentazione di Ufo 78.

Cagliari, teatro Nanni Loy, 16 dicembre 2022. Lo striscione in solidarietà ad Alfredo Cospito esposto prima della presentazione di Ufo 78.

Da un po’ di tempo approfittiamo del tour del nostro ultimo libro per attirare l’attenzione sul caso del compagno anarchico Alfredo Cospito, detenuto in regime 41 bis nel carcere sassarese di Bancali e dal 20 ottobre impegnato in un drammatico sciopero della fame. Uno sciopero della fame vero, come quello di Holger Meins nel 1974, quello di Bobby Sands nel 1981, quelli nelle prigioni turche di Buca e Diyarbakir nel 2016-2017. Prosegui la lettura ›