Per Stefano Tassinari. La sua voce, un archivio, il crowdfunding

Disperso nella “nube” della rete, nei dischi rigidi o in vecchie cassette e videocassette sparse per le case di chi ha incrociato Stefano, esiste un enorme archivio di interventi estemporanei ad assemblee e cortei, reading con e senza musica, presentazioni di libri (suoi e altrui), interviste e trasmissioni radiofoniche o televisive, monologhi teatrali… La voce di Stefano ha girato per l’Italia, lasciando tracce magnetiche, ottiche, digitali.
Prosegui la lettura ›

Radio Giap Rebelde – Due compagni: Anatrino e Stefano Tassinari

  Il video che vedete sopra mostra l’attrice Laura Garofoli (ci sembrava di averla già vista, poi ci siamo ricordati dove: Boris 3!) nei panni del compagno (della compagna!) Anatrino. Non solo l’interpretazione è azzeccatissima, ma il divenire-donna del papero proletarizzato e comunista rende il testo ancora più insurrezionale. Chissà perché non ci aveva ancora […]
Prosegui la lettura ›

Letteraria #6. A Stefano Tassinari, sei mesi dopo

Da oggi è in libreria il n. 6 di (Nuova rivista) Letteraria, interamente dedicato al compagno Stefano Tassinari (1955 – 2012), che ne è stato fondatore e direttore fino agli ultimi minuti di vita. Il collettivo redazionale non ha voluto comporre un semplice “tributo” a Stefano, ma condurre una prima esplorazione a tutto campo della […]
Prosegui la lettura ›

Stefano Tassinari, 1955 – 2012

E’ morto stamattina a Bentivoglio Stefano Tassinari. Poeta. Scrittore. Giornalista. Militante politico. Comunista. Compagno. Amico. Aggiorneremo questo post con le notizie sulla camera ardente e i funerali. Altre parole seguiranno. Se ve la sentite, lasciate qui le vostre. AGGIORNAMENTO: Saluteremo Stefano giovedì 10 maggio alla Sala d’Ercole di Palazzo d’Accursio, Bologna, dalle 9 del mattino […]
Prosegui la lettura ›

Una «Casa della Letteratura» come foglia di fico della speculazione in #Bolognina? #XM24 #Bologna

[Se, come suol dirsi, il reale stato della cultura si misura con la situazione delle biblioteche pubbliche, a Bologna siamo messi male. Il Comune sta avviando un percorso di privatizzazione delle biblioteche di quartiere, un tempo fiore all’occhiello del «buongoverno» felsineo. Non a caso, lo sta avviando a partire dal quartiere Navile, unità amministrativa che comprende la Bolognina, zona della città sotto attacco speculativo […]
Prosegui la lettura ›